Anche se un leggerissimo ritardo, la quarta Developer Premium di Android P (chiamata anche beta 3) è finalmente arrivata portando con sé parecchie migliorie che non ci saremmo mai aspettati, segno che gli ingegneri Google si sono dati un gran da fare durante questi mesi.

Nella maggior parte dei casi si tratta di modifiche a funzionalità già introdotte con le tre precedenti Developer Preview. Google stessa afferma che si tratta di una release molto simile a quella finale. Andiamo dunque a scoprire cosa cambia:

  • le icone utilizzate in tutto il sistema ora sono molto più in linea con le linee guida del nuovo Material Design;
  • cambia il pulsante Indietro, che diventa una semplice freccia invece di un triangolo;
  • è possibile selezionare un tema chiaro o scuro per il dispositivo o lasciare che venga gestito direttamente da Android in base all’immagine di sfondo;
  • sono state introdotte le patch di sicurezza di luglio;
  • cambia il pulsante per la rotazione dello schermo situato nella barra di navigazione;
  • è stato aggiunto un controllo separato per il volume delle chiamate, oltre a quelli classici per media, suoneria e allarme;
  • le schede nella schermata multitasking sono ora più grandi e occupano quasi tutto lo schermo;
  • sempre nella schermata del multitasking è cambiata la gesture per scorrere: ora tutta la parte inferiore può essere utilizzata per scorrere a destra e sinistra tra le applicazioni aperte; rilasciando la barra verrà aperta l’applicazione presente a schermo;
  • non è più possibile selezionare e copiare il testo nella schermata di anteprima del multitasking;
  • il menu condivisione mostra solo quattro link di Condivisione Diretta, invece degli otto visualizzati in precedenza;
  • le azioni sulle app sono ora disponibili anche su Google Pixel e Google Pixel XL, mentre nelle precedenti Preview funzionavano solo sui Pixel di seconda generazione;
  • le icone nella barra di stato sono leggermente più piccole delle versioni precedenti;
  • le sezioni Bluetooth e NFC sono state spostate nel sottomenu “Preferenze di connessione”;
  • nelle impostazioni della connessione Bluetooth è visibile la lista dei file ricevuti;
  • è presente un nuovo indicatore, posizionato nella barra di navigazione, per accedere al menu di Accessibilità;
  • nuova icona per il selettore della tastiera;
  • nuova icona visibile quando viene attivata la modalità di risparmio energetico;
  • la modalità Always On Display non mostra le notifiche se viene attivata la modalità Non Disturbare, correggendo il problema presente nelle release precedenti;
  • nuove animazioni nell’apertura del multitasking e dell’ultima app;
  • sono comparse nuove immagini che mostrano una pizza, una torta e del formaggio, presenti in SystemUIGoogle e SettingsGoogle, il cui scopo è sconosciuto, visto che non ci sono riferimenti nel codice.

Di seguito vi lasciamo alcune immagini della nuova Developer Premium di Android P.