Google ha lanciato molte piattaforme di pagamento digitali nel corso degli anni, possiamo citare Google Wallet ed Android Pay. Ora, nel tentativo di unificare questi sistemi di pagamento online, la grande G ha creato Google Pay, un marchio unificato per i suoi portafogli online e reali.

Per molte persone ancora non sta cambiando nulla. Qualsiasi carta o sistema di pagamento che utilizzi con Google sarà disponibile su tutti i sistemi di pagamento di Google, come i pagamenti online e le applicazioni, l’azienda afferma che un certo numero di commercianti già supporta questa funzione, tra cui Airbnb, Dice, Fandango, HungryHouse e Instacart.

G Pay Google
Inoltre, il logo Android Pay nei terminali di pagamento verrà infine sostituito dal nuovo logo G Pay, lo stesso logo che verrà utilizzato per tutti i partner online di Google Pay e le stesse modifiche verranno apportate a Google Tez, un’applicazione di pagamento indiana simile a Android Pay. (Questo è probabilmente a causa dei requisiti dell’India in merito all’Unified Payments Interface (UPI), che Tez supporta).
Purtroppo per quanto riguarda l’Italia non sappiamo nulla, aspettiamo aggiornamenti da parte del colosso di internet.