Su Geekbench è apparso un dispositivo, precisamente un Pixel 3, con a bordo Android Q. Ammettendo che non si tratti di un fake, questo non vuol dire che ci sarà un rilascio imminente di Android Q. Ci sono però alcuni elementi che fanno presagire la possibilità che Google stia già testando la nuova versione di Android.

Anzitutto, secondo BigG, a breve ci sarà un corposo aggiornamento ad Android Pie, tale da far sorpassare l’adozione che aveva Oreo a fine 2017. Logico quindi che Google sia già al lavoro sulla successiva versione di Android. C’erano inoltre delle voci sul fatto che non ci sarà un Android 9.1 Pie, ma si passerà direttamente alla versione successiva.

Grazie a questa nuova versione inoltre sarà possibile anche testarla su un più vasto numero di dispositivi. Tutto questo grazie a Project Treble di Google. Uno dei cardini del progetto è il fatto che ogni dispositivo compatibile con Treble deve essere in grado di far girare un’immagine generica di sistema (GSI), ossia una build pura di Android senza alcuna modifica o personalizzazione da parte di produttori e operatori. Questo vuol dire che Android Q potrebbe essere provato non soltanto da chi possiede un terminale incluso nel programma di beta testing, ma da chiunque abbia un dispositivo Android con Treble.

Alla fin fine son solo lettere e numeri, però è sintomatico che, mentre  Android Pie ancora non è nemmeno comparso nei dati sulla distribuzione, sia già in test Android Q. Speriamo che Project Treble mantenga quindi le sue promesse. In caso contrario il divario tra Pixel e resto dei dispositivi si farà sempre più ampio.

Android Q su Pixel 3