Android Q sarà il nome della versione 10.0 di Android. Al momento non ancora rilasciata in versione stabile, ma disponibile come developer preview, Android Q promette di rivoluzionare notifiche, gesture e tanto altro. In questo articolo andiamo a vedere quali sono.

Novità Android Q 

  • Accesso alla posizione solo in foreground. C’è un nuovo permesso che consente di dare alle app accesso alla nostra posizione GPS solo quando l’app è in esecuzione in primo piano. In questo modo nessuno potrà spiarci in background. In generale tutta la gestione dei permessi è stata potenziata a vantaggio della privacy.
  • Supporto ai dispositivi pieghevoli.
  • Sharing Shortcuts: sono delle scorciatoie rapide nel menu di condivisione per condividere un certo contenuto all’interno di una specifica sezione di un’app (ad esempio un contatto in un’app di messaggistica).
  • Settings Panels: una sorta di pop-up che le app possono richiamare perché l’utente modifiche delle impostazioni di sistema, senza lasciare l’app stessa. Ad esempio per attivare il Bluetooth, cambiare volume (introdotta con la beta 2), ecc.
  • Nuovi codec audio/video ed API nativa per i MIDI
  • Dynamic Depth image: è un nuovo formato, che Google proverà a standardizzare, che consentirà alle app di terze parti di applicare effetti di sfocatura in post-produzione alle foto scattate dallo smartphone.
  • Bubbles: le notifiche diventano delle “bolle” che potete spostare dove volete sullo schermo e tenerle sopra ad altre app. Basta un clic sulla bolla, e questa si espanderà, consentendovi di rispondere.
  • Tema scuro: introdotto nella beta 3, il tema scuro colora di nero impostazioni e quick toggle/notifiche, ed anche le principali app adottato un tema scuro, sebbene non completamente nero.
  • Nuove gesture di navigazione in stile iPhone: introdotte anch’esse nella beta 3, rendono l’interfaccia praticamente a tutto schermo, con solo una barra sottilissima in basso e fanno del tutto scomparire la NavBar, che può comunque essere riattivata, se la preferiste. Il video più in basso chiarirà eventuali dubbi.

Download

Per poter scaricare la beta di android Q basterà  iscriversi al programma beta. Riceverete così (possessori di pixel) Android Q come un normale aggiornamento di sistema. Se voleste invece installare manualmente Android Q, qui trovate tutte le factory image per i Pixe

Uscita

Android Q, uscirà molto probabilmente ad agosto, in estate come negli ultimi anni. Ad ogni modo ci saranno 6 beta in totale. La prima è stata rilasciata il 13 marzo, e più o meno ci aspettiamo che ce ne sia una al mese, fino alla release stabile finale ad agosto.

uscita android q