Google Assistant si presenta come protagonista del CES 2020 tenutosi a Las Vegas. In occasione di esso Big G ha svelato alcune cifre molto eloquenti: pare che 500 milioni di utenti ogni mese utilizzino Google Assistant. In questo articolo vedremo dunque tutte le novità e tutti gli aggiornamenti in arrivo nei prossimi mesi, già svelati.

LEGGI ANCHE: Arriva la traduzione in tempo reale su Google assistant

Tutte le novità…

  • Si amplia la modalità Interprete: La vera novità è che Google intende offrirla come servizio commerciale: troveremo quindi Assistant in hotel, stadi, palestre, bar, aeroporti e così via. Le aziende che si occuperanno di proporle ai clienti saranno Volara e SONIFI, specialisti nella system integration.
  • Azioni pianificate: sarà possibile dire per esempio “Hey Google, abbassa le tapparelle alle 8 di sera” o “fai il caffé alle 7 di mattina”.
  • Configurazione iniziale semplificata: quando un utente attiva per la prima volta Assistant, su tutti i dispositivi associati al proprio account compariranno notifiche (Android) o suggerimenti (app Google Home per iOS) per collegarli all’assistente.
  • Post-it virtuali: le “sticky notes” saranno presto implementate negli smart display con Assistant, come il Nest Hub. Le note potranno essere anche visualizzate da altri membri della famiglia senza bisogno di fare il login.

STICKY NOTES Google Assistant

  • Lettura delle pagine Web: non è certo una tecnologia nuova, ma Google promette un’esperienza di livello superiore, con una voce che suona molto più naturale ed espressiva di quanto si sente in giro ad oggi. La funzione permetterà inoltre di tradurre il contenuto in 42 lingue diverse. Più avanti saranno implementati lo scrolling automatico e la possibilità di evidenziare il testo.
  • Espansione dell’ecosistema: Al CES sono stati presentati più di 20 nuovi smart device compatibili con Assistant. Tra questi si segnalano l’HDMI Sync Box di Philips Hue, i router mesh di D-Link presentati al CES, la nuova abat-jour di Yeelight e la lavatrice a carica frontale di GE Appliances. Più in là nel tempo, Google prevede una vera invasione in soundbar, televisori, speaker e automobili di moltissimi produttori.
  • Privacy: il comando “Hey Google, non parlavo con te” assicurerà che le conversazioni ascoltate durante un’attivazione accidentale non saranno registrate, mentre “stai salvando i miei dati audio?” permetterà di ricevere in modo naturale informazioni e dettagli sulla privacy.

Fonte : HdBlog

Per ora è tutto , nel corso dei prossimi mesi arriveranno tutte le novità di Google assistant riguardanti il CES 2020, presumibilmente prima in lingua inglese e successivamente in italiano.