Google, non contenta di non essere mai riuscita a sviluppare un’app di messaggistica istantanea davvero efficiente e funzionale, ci vuole riprovare e questa volta è più agguerrita che mai. Dopo i fallimenti con Hangouts e Duo, ci riprova con l’app Messaggi che diventerà un’app di messaggistica istantanea con molte funzioni simili a quelle di Whatsapp. 

Se Hangouts è oramai prossimo alla chiusura e la tecnologia RCS (Rich Communication Services) è ancora agli albori, Google ha deciso di investire nello sviluppo dell’app Messaggi. Non si tratta di una nuova app, è già disponibile di default su tutti i dispositivi Android. Il colosso di Mountain View vuole implementare nuove funzionalità per permettere di inviare messaggi gratis sfruttando la propria connessione internet. Proprio come accade con Whatsapp e Telegram. 

Google ha in cantiere diverse soluzioni per scalfire lo strapotere di WhatsApp. La prima è potenziare l’app Messaggi, mentre tra qualche anno arriverà una nuova app che sfrutterà il protocollo di connessione RCS, conosciuto anche come SMS 2.0. La nuova tecnologia, però, non è ancora sicura e i tecnici di Google sono al lavoro per migliorarla.

Inoltre l’azienda è anche al lavoro per dare una nuova interfaccia all’app, in modo tale da rendere più fruibili alcune funzioni altrimenti “nascoste”. Infatti, già ora gli utenti possono inviare messaggi utilizzando la propria connessione a Internet, oppure note vocali e immagini. E’ necessario premere il tasto “+” presente in basso a sinistra e poi pigiare sull’icona del microfono. Ma l’interfaccia penalizza parecchio l’applicazione. L’app Messaggi è solo l’ultimo di tanti esperimenti made in Google; vedremo nei prossimi anni se l’azienda di Mountain View riuscirà finalmente a fare centro.