Google Pixel 4 a quanto pare sarà dotato del sensore soli, ce lo conferma un video teaser di mamma Google dove ci vuole mostrare come è possibile gestire lo smartphone con dei gesti a distanza senza toccarlo e la presenza di un sistema avanzato per il riconoscimento del volto.

Ma che cos’è il sensore Soli ?

Questo chip funziona come una sorta di radar (nella banda 60 GHz ISM) che può comprendere in i movimenti di ciò che si trova davanti con tutte le informazioni dettagliate e tridimensionali sulla profondità. Il componente è estremamente compatto, appena 8 x 100 mm includendo tutto il necessaire, antenna compresa. Il sensore emette piccole onde elettromagnetiche ricevendo in cambio informazioni arricchite per esempio su dimensioni, forma, velocità e così via.

Google Pixel 4 sarà il primo dispositivo a integrare il sensore Soli che sarà alla base di ciò che l’azienda ha definito Motion Sense. Motion Sense consentirà di gestire la riproduzione musicale, le sveglie e di silenziare le telefonate in arrivo attraverso un semplice movimento della mano. 

L’innovativo sensore non servirà solamente per il controllo gestuale ma anche per attivare i sensori per il riconoscimento facciale. Quando l’utente si avvicinerà al dispositivo, Soli attiverà in maniera proattiva i sensori che sbloccheranno immediatamente lo smartphone anche a schermo capovolto.

Gli smartphone Google di prossima generazione quindi saranno dotati di una cornice superiore piuttosto ampia proprio per far spazio a un numero inusualmente elevato di sensori. Nel suo post, Google ne ha illustrato il posizionamento nei minimi dettagli…

Bordo Superiore Google Pixel

 

Infine, Google sottolinea che i dati sul volto resteranno sempre e solo immagazzinati all’interno del dispositivo. “Le immagini utilizzate per lo sblocco facciale non vengono mai salvate o condivise con altri servizi Google….”