Tra le varie caratteristiche che rendono Honor Magic 2 uno degli smartphone più interessanti sul mercato, ce n’è una che non è mai stata menzionata. Honor Magic 2 è anche in grado di effettuare traduzioni in tempo reale grazie all’assistente intelligente. All’interno del software dello smartphone troviamo infatti YoYo, un’AI in grado di offrire molti servigi. Purtroppo per noi occidentali non tutti questi servigi sono disponibili da noi. Uno dei pochi che invece può essere utile anche a chi non viene dall’Estremo Oriente è la traduzione istantanea durante le telefonate.

Come potete vedere e sentire nel video presente a fine articolo, girato da uno degli editor di XDA durante un test, Honor Magic 2 permette di parlare con un interlocutore in un’altra lingua traducendo simultaneamente quello che si dice. Bisogna notare però che si tratta di un primo passo che, per quanto apra affascinanti spiragli sul futuro, è ancora piuttosto limitato e acerbo. 

La funzione può essere attivata sia all’inizio che durante una chiamata e riporta anche la traduzione scritta della conversazione. Ovviamente per ottenere risultati migliori bisogna tenere conto che si sta parlando con un robot, quindi bisogna adottare alcune accortezze come staccare le parole, evitare ambienti rumorosi e attendere che la traduzione sia finita prima di iniziare a parlare. A volte comunque YoYo sembra non comprendere bene quando uno ha finito di parlare e inizia a tradurre un po’ a sproposito, main generale sembra cavarsela sufficientemente bene.

La funzione sfrutta il servizio Microsoft Translate che si appoggia ai server di Redmond e sembra avere una limitazione d’uso giornaliera. Al momento è disponibile già per 10 lingue: Inglese, Arabo, Tedesco, Francese, Portoghese, Spagnolo, Russo, Giapponese, Cinese e Italiano.