Dopo un anno dal lancio ufficiale, Iliad ora vuole gettare le basi per continuare a crescere. Per farlo sicuramente dovrà seguire l’esempio di ciò che viene fatto in Francia. Lì l’azienda non offre solamente un servizio di telefonia mobile ma anche telefonia fissa e TV via cavo. Negli ultimi mesi sta lanciando offerte che comprendono connessione a Internet, telefonate illimitate, l’abbonamento base a Netflix e a Freebox TV (un servizio di video in streaming di proprietà di Iliad). Ed è proprio sul servizio streaming e sui contenuti che l’azienda vuole puntare anche in Italia.

Per il momento il mercato italiano contribuisce in piccola percentuale ai ricavi dell’azienda, ma l’obiettivo è aumentare sempre di più l’importanza di Iliad in Italia. E l’unico modo per farlo è diversificare i mercati e puntare su nuove tecnologie, grazie ad investimenti sui contenuti multimediali, soprattutto film e serie TV.

Dopo il successo ottenuto da Netflix e da Amazon Prime Video, sono sempre di più le aziende interessate a vendere contenuti originali ai propri clienti. E anche Iliad sembrerebbe essere interessata a lanciare in Italia un proprio servizio streaming. Il primo passo è stato già fatto. Il primo passo del colosso francese è stato quello di acquistare ad inizio anno la casa di produzione cinematografica e televisiva Palomar (conosciuta soprattutto per aver prodotto Il Commissario Montalbano). Ad acquistare la maggioranza del gruppo è stata l’azienda francese “Mediawan” di proprietà di Xavier Neil, proprietario anche di Iliad. In molti vedono in questo acquisto il primo passo verso un’offerta di contenuti esclusivi in Italia attraverso una nuova piattaforma di streaming.

Inoltre stanno anche investendo nel 5G. L’azienda ha promesso che nei prossimi anni investirà nella rete superveloce oltre 2 miliardi di euro. La rete 5G, insieme a contenuti in esclusiva, potrebbe far parte delle nuove offerte che Iliad proporrà ai clienti italiani nei prossimi anni.