Vi siete mai chiesti quando è stata effettuata la prima chiamata da un cellulare? Beh, la prima chiamata è stata effettuata precisamente 45 anni fa. Proprio nel 3 Marzo del 1973, esattamente nella Sixth Avenue di New York, Martin Cooper, un ingegnere Motorola, effettuò la prima chiamata. Il dispositivo utilizzato era un “mattone” dal peso di un chilo e mezzo, con una lunghissima antenna, un’autonomia di soli 35 minuti, nessun display ovviamente e tempi di ricarica pressoché infiniti;per una ricarica completa occorrevano circa 10 ore.

Questo dispositivo però era solo un prototipo, infatti lo stesso modello di cellulare fu messo in commercio 11 anni dopo, nel 1984 ed era chiamato Motorola DynaTAC 8000X .Il suo prezzo era esorbitante, costava 3.995$, che al giorno d’oggi equivalgono a circa 10.000$. Possiamo affermare che questi numeri, sia per quanto riguarda il prezzo, sia per quanto riguarda le prestazioni, fanno un po’ ridere se letti nel 2018, ma è proprio grazie a quel primo dispositivo che dobbiamo gli smartphone che oggi portiamo nelle nostre tasche.

Col tempo poi i cellulari si sono evoluti: nel 1996 sempre Motorola mise in commercio lo storico StarTAC, che fu il primo modello a conchiglia; nello stesso anno Nokia presentò l’8810, conosciuto come banana-phone, nel 1998 arrivò il Nokia 5110, primo dispositivo con cover intercambiabile, prezzo più abbordabile e, soprattutto, con Snake; nel 2000 fu la volta dello famosissimo Nokia 3310, un vero caposaldo del settore, pensate che ne furono vendute 126 milioni di unità (giusto per fare un cronfronto il Galaxy S6 si è fermato a 45 milioni di unità); nel 2001 fu commercializzato il primo telefono con Bluetooth integrato, era l’Ericsson T39; mentre l’anno successivo, con il Nokia 3510, arrivava la prima connessione GPRS. Da lì in poi abbiamo avuto un gran numero di cellulari, più o meno smart, fino al primo iPhone del 2007, che è universalmente considerato il capostipite degli attuali smartphone.

Potete trovare tutti gli smartphone sopra citati nella nostra galleria.

Evoluzione cellulari