Dopo tanti rumor e dopo le nostre anticipazioni di qualche giorno fa, lo smartphone pieghevole di Samsung è stato mostrato al pubblico. In occasione della Samsung Developer Conference 2018 è stato mostrato l’Infinity Flex Display. Un dispositivo che da tablet dalle dimensioni di due telefoni messi di fianco, si trasforma in uno smartphone.

Basta dare un’occhiata alle immagini della presentazione per dedurre che, in primis considerando lo spessore, che non è un dispositivo finito, ma le premesse per un futuro prossimo smart pieghevole ci sono tutte. I dettagli sono davvero pochi, tanto più che le luci sul palco, durante la presentazione, sono state opportunamente abbassate per non svelare troppo di questo Flex Display.

Sappiamo solo che il display è formato da due display di differenti dimensioni, dei quali il più grande è flessibile. Il dispositivo può commutare tra uno schermo da 7,3″ (4:3 da 1.536×2.152 pixel), un vero e proprio tablet, e una modalità smartphone da 4,6″ (un 21:9 da 840×1960 pixel), il tutto grazie a due display da 420 ppi di risoluzione. A quanto pare il dispositivo è capace di far girare fino a tre app contemporaneamente, una di fianco all’altra.

Samsung promette di essere in grado di avviare la produzione su larga scala di dispositivi basati su questa tecnologia nel giro di pochi mesi. A conferma di questo c’è proprio lo sviluppo da parte di Samsung, della nuova interfaccia utenteOne UI. Questa interfaccia è ottimizzata proprio per i display pieghevoli e sopratutto è stata sviluppata in collaborazione con Google. Proprio questa collaborazione permetterà a Google di fare in modo che Android possa supportare questo tipo di form factor, inedito in questa formula moderna. Il 2019 sarà davvero l’anno dei dispositivi pieghevoli e questa potrebbe solo essere il primo passo in tale direzione, in attesa dei vociferati dispositivi di altri importanti brand. E voi che ne pensate di questi nuovi dispositivi?